Cane, il miglior amico dell’uomo?

Il cane, oltre ad essere molto probabilmente il miglior amico dell’uomo, è sicuramente il più antico. Infatti, il processo di addomesticazione è vecchio di millenni e parte dagli anni in cui non vi erano “cani” bensì lupi. Il cane è infatti discende dal lupo e si è evoluto nel corso dei millenni in varie razze. Il processo di diversificazione delle razze è avvenuto sia in modi naturali, sia in modi artificiali.

La legge di Darwin è semplice, mentre i processi artificiali un po’ meno. L’uomo, nel corso degli anni (soprattutto negli ultimi secoli) ha desiderato ottenere dei cani sempre più utili per determinate funzioni: caccia, difesa, fiuto ecc. Per tale motivo, ha creato dei “mix” tra diverse razze, creandone di nuove e continuando via via a creare esemplari sempre più puri, sempre più perfetti per le proprie esigenze.

Ciò che non cambia, è che il cane è una creatura stupenda e generalmente molto intelligente.

Un cane per tutti

Oggi esistono così tante tipologie di cane che è possibile scegliere quella che più si avvicina alle proprie esigenze. Tuttavia, prima di “ordinarne” uno, consigliamo di aspettare che qualcuno dei cani dei vostri amici abbia una cucciolata. Oppure, recarvi in un canile e scegliere quello che più vi piace. Vedrete, ne troverete qualcuno che vi rapirà con il suo sguardo.

Ad ogni modo, si possono considerare diversi fattori nella scelta di un cane tra cui la tolleranza, l’eccitabilità, l’attività spontanea, il temperamento (ad esempio “giocherellone”), la capacità di apprendimento (che molti riconoscono come “intelligenza”), la capacità di segnalare situazioni di pericolo, l’affettuosità, la difesa territoriale, il rapporto con la casa e i suoi oggetti, l’apprendimento della pulizia, l’aggressività.

Ad esempio, si può volere un cane che possa giocare con dei bambini piccoli, oppure con cui poter andare a correre. Ancora, un cane che possa vivere molto tempo in giardino e fare “la guardia”, oppure un cane piccolo. Un cane tenero o un cane con cui giocare a frisbee. Oppure, ancora, tutte queste caratteristiche insieme. Il bello, è che i cani sono così socievoli e “umani” che si riescono ad adattare a tante situazioni, per l’amore verso il proprio padrone.

Razze di cani più famose

I cani si possono dividere in 6 tipologie: braccoide, lupoide, molossoide, graioide, bassottoide, volpinoide.

Della tipologia braccoide, le razze più famose sono: Dalmata, Setter, Cocker, Retriever, Bracco Italiano. Riconoscibili dalle orecchie grandi che vanno a ricoprire le guance.

Della tipologia lupoide, le razze più famose sono: Cane da Pastore Tedesco o “Pastore Tedesco”, Pastore Belga, Fox Terrier, Chow Chow. Riconoscibili dalle orecchie erette e triangolari.

Della tipologia molossoide, le razze più famose sono: Rottweiler, Boxer, Alano, Dogo Argentino, Terranova, Bulldog, Mastino Napoletano. Riconoscibili dalle orecchie piccole, muso corto, grandi labbra, dentatura con chiusura “a tenaglia” oppure prognata.

Della tipologia graioide, le razze più famose sono: Levrieri, Piccolo Levriero Italiano, Saluki, Borzoi. Riconoscibili dalle orecchie piccole e tirate indietro, oltre al muso “a cono allungato”.

Della tipologia bassottoide, le razze più famose sono: i Bassotti.

Della tipologia volpinoide, le razze più famose sono: Volpino, Piccoli Spitz.