Animali domestici

Gli animali domestici sono tutti quegli animali che possono vivere nell’ambiente domestico, liberi o all’interno di determinati spazi chiusi, purché tenuti in buone condizioni. Tra gli animali domestici si possono considerare sia quelli cosiddetti “di compagnia”, come il gatto, il cane, il furetto, sia quelli in bilico tra le varie definizioni, come ad esempio gli uccelli, le tartarughe, i pesci. A questi ultimi si aggiungono quelli più “esotici”, come lucertole, ragni, serpenti.

Cosa sia “di compagnia” lo decide chi si procura un animale, poiché ogni animale si può considerare di compagnia, così come ad ogni animale si può voler bene e dedicare le proprie cure, le proprie attenzioni e il proprio amore.

Per quanto ci si possa spingere oltre nella scelta di un animale “particolare” o “originale”, occorre sempre tenere in considerazione soltanto una cosa: il suo possesso deve risultare legale. Purtroppo vi sono ancora molte persone che ordinano o cercano di portarsi via in un viaggio degli animali, senza considerare tanti fattori. Ciò può essere molto rischioso, oltre che illegale.

I nostri migliori amici

In Italia i due animali più presenti nelle nostre case sono sicuramente i cani e i gatti. Un tempo, spopolavano i cani, mentre oggi vanno sempre più “forte” i gatti. Rendono meglio nelle foto? Può darsi. Tuttavia, probabilmente è semplicemente una questione di tempo e impegno da dedicare. Il cane necessita di uscire di casa per espletare i suoi bisogni, oltre ad aver bisogno di fare movimento, per la propria salute fisica e mentale. I gatti invece sebbene siano felini, si adattano molto alla vita casalinga, fanno i propri bisogni nell’apposita lettiera e si accontentano di un balconcino o di una finestra per guardare fuori e tenere il mondo sotto controllo.

Arrivano i rinforzi

Ai cani e ai gatti si stanno via via aggiungendo altri animali. Da diversi decenni ormai, avere una tartaruga in casa, degli uccelli o dei pesci è cosa normale, tuttavia lo stesso non vale per criceti, ma soprattutto per i furetti. I furetti infatti sono entrati nelle case degli italiani solo negli ultimi anni, mentre in altri paesi sono già in voga da una ventina d’anni. I criceti, intesi con tanto di gabbietta e ruota, sono divenuti popolari dagli anni ’90. I conigli, un tempo considerati solo “da giardino” oggi sono entrati di diritto nella classifica degli animali domestici più popolari, sebbene molto al di sotto dei cani e dei gatti.

Tutto qui? Certo che no. Che dire dei ragni e delle lucertole? Nel nostro sito, scopriremo quali sono le specie che si possono avere in casa in Italia e a quali condizioni.

Sempre i benvenuti

In Italia, gli animali domestici sono sempre i benvenuti in casa. La legge n.220 articolo 16 dell’11 dicembre 2012 ha infatti modificato l’articolo 1138 del codice civile e decretato che le norme dei regolamenti condominiali non possono vietare di possedere o detenere animali domestici. Ciò significa che quando in un condominio si trova un regolamento in cui compare qualcosa del tipo “non sono ammessi cani”, si può impugnare e segnalare alle autorità.

Il TUO Negozio di ANIMALI